Missione compiuta per i ragazzi di mister Allegri che hanno conquistato questa sera la Coppa Italia, primo dei tre trofei a disposizione, in questo finale di stagione, tra uno Scudetto quasi vinto e una finale di Champions League tutta da giocare. La partita, giocata all’Olimpico, si è decisa nel primo tempo con i gol di Dani Alves e Bonucci, davanti a 65mila spettatori circa.

La Juventus alza la Coppa Italia, Dani Alves e Bonucci stendono la Lazio. La corazzata di Allegri conquista il primo trofeo stagionale, dopo aver perso a dicembre la Supercoppa Italiana contro il Milan, sconfiggendo la Lazio nella finale per la Coppa Italia. Questa sera prova maiuscola dei bianconeri che, dopo esser andati in vantaggio sul 2-0, hanno controllato il match e non hanno rischiato mai nulla, gestendo senza problemi nel secondo tempo. Netta la superiorità dimostrata dalla Juventus nei confronti di una Lazio che, pur andando vicina al gol in diverse occasioni, non è mai riuscita a dimezzare lo svantaggio.

La partita. Una partita iniziata con un lampo di Keita che, colpendo il palo al sesto minuto, dopo aver dribblato Bonucci, illude i tifosi laziali. La Juventus sale e in più di un’occasione impegna Strakoscia che nulla può al dodicesimo quando Dani Alves si inserisce nella retroguardia della Lazio e appoggia in rete per il gol dell’1-0. Dybala e Higuain si trovano a meraviglia e chiamano a difficili parate l’estremo difensore di Simone Inzaghi. Entra Radu ed esce Parolo, infortunatosi e non al meglio della condizione già nel pre-gara. Al 25esimo arriva il raddoppio di Bonucci, sugli sviluppi di un corner. La Lazio va vicina al 2-1 con un colpo di testa di Immobile al 32esimo che, in tuffo, manda a lato. Si va negli spogliatoi e al rientro in campo la situazione non cambia con la Juve sempre pericolosa quando si fa vedere dalle parti di Strakoscia, mentre la Lazio pur provando ad accorciare le distanze non riesce a trovare il gol. I ragazzi di Allegri controllano, rischiando poco, solo con alcune palle gol capitate sui piedi di Felipe Anderson e Luis Alberto.

Il match finisce qui e sono i bianconeri ad alzare la Coppa per la dodicesima volta loro storia.